BLOG

Il nostro blog

La “digital way” per evolvere il modello d’impresa e agganciare la ripresa economica

Siamo all’alba della tanto attesa ripresa economica? Oggi questa non è più solo una speranza, ma qualcosa di più concreto: un obiettivo alla portata delle imprese e dell’intero sistema Paese ora che l‘Unione Europea ha ufficialmente approvato il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza italiano. Un piano di riforme e interventi ad ampio spettro, di cui la digitalizzazione è uno dei pilastri.

All’interno di questo contesto inedito, le aziende sono chiamate a non sprecare un’occasione unica e, per riuscirci, devono necessariamente innovarsi in ottica 4.0. Perché è da lì che passa tutta (o quasi) la loro competitività futura.

Questa è la consapevolezza chiara che ha ispirato Formula Impresoft, azienda del Polo ICT italiano Impresoft Group, nello sviluppo di UniQa, la soluzione integrata di applicazioni per massimizzare agilità, produttività, stabilità e performance.

Rossella Gagliarde, R&D Director di Formula Impresoft traccia la roadmap verso un nuovo modello di digital transformation pensato proprio per le PMI italiane.

Di cosa hanno bisogno le imprese italiane per potersi dire realemente digitali? È solo una questione tecnologica o anche di modello di impresa?

La digitalizzazione ha molteplici significati: dalle piattaforme di eCommerce più o meno complesse, a progetti che prevedono investimenti in cyber security, IoT, Industria 4.0, per arrivare alle procedure di controllo dei flussi produttivi all’interno delle aziende. Sicuramente per le imprese italiane è urgente innovarsi in tal senso e a tale scopo sono stati approntati diversi incentivi per favorire gli investimenti.

La trasformazione digitale, a questo punto, non può essere vista come una scelta a lungo termine, ma è una necessità attuale grazie alla quale le aziende possono migliorare le proprie prospettive e rendere più efficaci le proprie strategie di business.

Ovviamente, la trasformazione digitale offre anche la possibilità di una maggiore efficienza in termini di rapporti tra costi e benefici e uno snellimento della catena IT, che si traduce in un risparmio di risorse economiche.

La rivoluzione indotta dal concetto di digitalizzazione, impone alle aziende di evolvere per gli aspetti tecnologici, ma contestualmente tale evoluzione dovrà essere consolidata da un opportuno modello di impresa che dovrà riguardare non solo il management ma ogni “organismo” facente parte dell’azienda: la digitalizzazione è un mezzo per supportare l’implementazione di un modello operativo ben progettato.

Volendo reinterpretare quanto detto prima: il valore delle interconnessioni delle macchine è verificabile quando ogni “elemento” risulta essere integrato a un sistema per formare una entità capace di utilizzare tutti i dati disponibili per creare valore. In questa visione, il modello d’impresa risulta essere “naturalmente” organizzato secondo processi, parametri e KPI.


I tre aspetti strategici per un’impresa che guarda al futuro sono agilità, performance e tecnologia. Come implementarli al meglio? In che modo un’impresa può trovare la propria “digital way”?

Partiamo, dunque, dal concetto che uno degli obiettivi principali nel processo di digitalizzazione è quello di migliorare i processi produttivi attraverso la raccolta e la gestione dei dati, che arrivano dalle diverse entità aziendali. In quest’ottica, sicuramente diventa fondamentale per un’azienda dotarsi di soluzioni di nuova generazione capaci di integrare i processi aziendali di business e in grado di far dialogare gli strumenti che compongono la sfera tecnica e tecnologica di un’azienda.

L’offerta UniQa di Formula Impresoft, si muove esattamente in questa direzione: arrivare al mercato con una soluzione e non con una risposta a una singola esigenza.

La stessa Formula Impresoft persegue il piano di allargare il proprio perimetro e combinare le proprie competenze con quelle delle aziende del Gruppo Impresoft per portare l’offerta UniQa come soluzione ai temi della digitalizzazione.

Il futuro è nella gestione del dato, ma qual è attualmente la situazione nelle imprese italiane? Quali davvero usano i dati per impostare strategie future? Come potrebbero ottenere un reale vantaggio dal loro utilizzo?

Sicuramente la digitalizzazione porta con sé la possibilità di disporre di moltissimi dati. I dati, opportunamente analizzati, offrono gli indicatori che aiutano a definire ad esempio il percorso di business da seguire, piuttosto che migliorare l’efficacia eo la flessibilità dei cicli produttivi. Dal dato occorre però imparare a ricavarne il valore.

La Business Intelligence rappresenta sicuramente una piattaforma fondamentale su differenti temi (budgeting, forecasting) poiché consente di verificare l’esecuzione e la valutazione di nuovi modelli di business sui quali si fondano le decisioni strategiche aziendali.

 

 Anche a fronte degli effetti della pandemia, quali passi dovrebbe compiere oggi un’impresa per essere realmente un’impresa 4.0? Quali i reali benefici che potrebbe ricavarne?

Come già detto, uno dei requisiti basilari è l’automazione dei processi produttivi: infatti con l’utilizzo di macchinari connessi e “intelligenti”, il processo produttivo può raggiungere obiettivi quali: elevati standard di qualità grazie a una produzione standardizzata, riduzione di sprechi e accelerazione delle diverse fasi di produzione.

Ovviamente, tecnologie quali Internet of Things, i big data, l’intelligenza artificiale sono oltre ai macchinari e alla loro interconnessione il corretto supporto per il trattamento dei dati. Un ulteriore beneficio dell’impresa 4.0 è lo sfruttamento intelligente delle risorse energetiche, in modo da evitare gli sprechi per la salvaguardia dell’ambiente e per assicurare un risparmio all’impresa stessa.

Con le agevolazioni e i finanziamenti previsti dal Governo italiano a favore dell’industria 4.0, le imprese hanno la possibilità di diventare più competitive affrontando con maggiore fiducia i mercati internazionali.

In conclusione, un’azienda che adotta una soluzione come quella proposta da Formula Impresoft attraverso la sua offerta UniQa sarà in grado di superare le barriere che vedono contrapposte la produzione e la gestione, e riuscirà a soddisfare i requisiti di Industria 4.0 sfruttando i vantaggi che ne derivano.

Insomma, UniQa non è solo una soluzione completa, ma il crocevia che segna per Formula Impresoft il superamento del vecchio modello di impresa in favore di una “digital way” nuova per far fronte a un contesto inedito.

Intervista a cura di Giorgio Valleris su DIGITAL4

Topics: Business Intelligence, Digital Transformation, pnnr, digital way